Paestum e le sue bellezze

Siamo all'interno di una magnifica area ancora fortunatamente in esclusiva per un turismo di nicchia e di intenditori, Paestum, fiore all'occhiello del turismo campano e luogo ideale dal quale partire per visitare i posti più affascinanti e pittoreschi del Cilento.

Brillanti corsi d'acqua, grandi spiagge di sabbia finissima si alternano a tratti scogliosi e grotte; magnifici boschi dove crescono funghi e castagni, suggestivi borghi dove sopravvivono antiche usanze contadine, il Cilento non smette di incantare i viaggiatori: Pollica, il celebrato mare più pulito d'Italia, Castellabate premiato antico borgo d'Italia e arroccato sul suo maniero, Agropoli, (con il suo porto turistico dal quale la città alta, col suo castello di impianto Bizantino del VI sec. e il suo portale aragonese, pare condensarsi in un unico monumento, come un camaleonte mimetizzato tra rocce scabre che l’occhio scorge piano piano) ridente ed allegra, vive di una spumeggiante vita notturna e divertimento.

E ancora: le imponenti rovine di Paestum, gli armonici giardini della Certosa di San Lorenzo, le vestigia dell'antica Elea, incoronano una costa meravigliosa riflessa in acque adamantine, dalle vaste spiagge di Palinuro alle superbe scogliere amalfitane, a picco sul mare.

Non lontano dai luoghi più belli della Campania, Salerno, Pompei e Napoli; a pochi chilometri a sud della costiera Amalfitana e a nord della costiera Cilentana, Paestum rappresenta la porta del Parco Nazionale del Cilento.